Torino, Brekalo riscattato dal Wolfsburg

Fumata bianca per confermare il giocatore dopo il prestito: per lui è pronto un contratto quadriennale

Il Torino riscatta Josip Brekalo dal Wolfsburg. E non potrebbe essere una notizia migliore per i tifosi granata con cui inizia la primavera, perché il genio croato è stato uno dei migliori talenti emersi nel primo anno di gestione di Juric. Fantasia, tiri, partite e anche sei gol in campionato lo rendono il granata con il maggior numero di gol in Serie A: in questi mesi il club è sempre stato contento della prestazione del centrocampista offensivo croato, e ora ha deciso di acquistarlo . lui interamente. È una mossa di mercato importante e significativa, in nome di un futuro di qualità superiore. È il futuro che è già iniziato, grazie all’installazione di questo bellissimo mattone pieno per costruire il futuro Toro. Accanto a questo c’è il riscatto di Rolando Mandragora: anche se obbligatorio, è ancora un altro investimento da un milione di dollari per il futuro.

Brekalo era arrivato a Filadelfia nell’ultima giornata di mercato estivo, dopo un paio di mesi di corteggiamento da parte del direttore tecnico Davide Vagnati. Il Torino è riuscito a rubare a una concorrenza tosta: ai tempi della gara c’era la Lazio, in prima fila tra gli italiani, Siviglia e Villarreal su tutti in Spagna, ma si segnalano anche gli interessi di molti club inglesi. Brekalo aveva iniziato il percorso granata con la formula del prestito dal Wolfsburg, con opzione per il diritto di riscatto a favore del Torino in vigore dal 30 marzo. Che ora il club eserciterà. Se vogliamo è, in fondo, un lieto fine quasi annunciato per un’avventura che ha riscosso la soddisfazione del club, di Juric (che di lui ha più volte detto: “Josip ha sempre avuto una buona continuità, sono felice di ciò che di fronte ha ancora un notevole spazio di crescita”) e anche della famiglia Brekalo. Perché è stato tra Torino, Toru e Josip che si è abbattuto un vero fulmine. Lo stesso Brekalo non l’ha mai nascosto. Lo diceva, lo spiegava in tutte le lingue (dall’inglese all’italiano con cui iniziò ad avere una certa dimestichezza, per finire in croato), e in tutti i contesti: lui e la sua famiglia innamorati di Torino, una città. con cui nasce un particolare sentimento. Vogliono restare qui e restare qui per i prossimi quattro anni. Dopo il riscatto, Brekalo firmerà un contratto quadriennale con il Toro.

L’inaspettato Covid

Tra mercato e progetti per il futuro c’è anche l’attualità, la storia di ciò che sta accadendo in queste ore. Perché lunedì Brekalo è risultato positivo al Covid-19 durante un controllo di routine sul ritiro della nazionale croata, dalla quale è stato convocato per le prossime due amichevoli: la prima in programma sabato pomeriggio a Doha, contro la Slovenia. ; il secondo in programma martedì 29, torna in Qatar, contro la Bulgaria. Lunedì la federazione croata ha ufficializzato la sua risposta positiva al virus: da allora Brekalo è stato isolato dalla sua casa di Zagabria. Ora è completamente asintomatico e, fortunatamente, sta bene. Nel corso della giornata verrà sottoposto a un secondo tampone, a distanza di quarantotto ore dal primo: nel caso in cui tornasse subito negativo (eventualità difficile), potrebbe essere disponibile anche già per il test di sabato contro la Slovenia. Diversamente, la possibilità di vederlo in campo nella prossima amichevole contro la nazionale bulgara dipenderà ovviamente dai controlli che si ripeteranno in questo fine settimana.