“Scudeto? Credici fino alla fine”

MILANO“Si tratta solo di crederci fino alla fine, siamo forti. Siamo stati davanti a tutti per molto tempo e non per fortuna. Tutti insieme siamo più forti: i giocatori in campo e i tifosi in Sono sicuro che faremo del nostro meglio fino all’ultimo minuto di questo campionato, abbiamo i rossoneri in casa”. Queste sono le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa alla vigilia della partita contro GenovaBenedetto da riscattare dopo i due pareggi per 0-0 contro Bologna e Torino. Quindi via agli ultimi spettacoli di Leone: “Non mi interessa il contenzioso, se stiamo ancora lottando per Scudetto e Coppa vuol dire che tutti i giocatori stanno dando il massimo. Domani sarà serrato, quindi dobbiamo essere bravi per metterlo nelle condizioni di sfondare”. Sulla presenza e l’assenza per la partita di domani: “Rebic e Bennacer sono bravi, possono giocare dall’inizio o riprendere. La situazione di Ibrahimovic sappiamo tutti che non sarà qui”.

Rebic, Messiah, Diaz e Saelemaekers all’esame di Milano: futuro in bilancio

“Ibrahimovic? Ha l’intelligenza per fare la scelta migliore”

Poi di nuovo sulla lotta Scudetto: “Dipende sempre da noi per le prestazioni. Se giochiamo cose sappiamo di poter sempre vincere, vogliamo sempre segnare tre punti entro la fine del campionato. Alla fine i conti sono fatti, mancano ancora sei partite. ” Pioli poi ringrazia il supporto di fan: “lo so l’arma in più di questa squadra. Ci danno energia e dobbiamo sfruttarla al meglio. A questo punto giochiamo per vincere e quando falliamo c’è delusione, ma la mattina dopo siamo di nuovo determinati. Fischi per Kessie? Franck sta bene, è motivato. Non mi interessano i fischi, i tifosi sono con noi fino alla fine. Rimarremo concentrati, queste sono solo una piccola conversazione. ” Sul condizioni e sul possibile futuroIbrahimovic: “Ci sono problemi fisici in arrivo. Non c’è stata una scelta sbagliata, speriamo di riaverlo indietro per le ultime partite. Futuro? Credo che nulla sia cambiato. Ibra ha l’intelligenza e il coraggio per fare la scelta migliore; noi sarà con qualunque scelta farà”.

Milano, Origi è preso. Con Ibra sarà l’addio

“Dobbiamo essere più precisi”

Pioli poi ne ha parlato pochi obbiettivo realizzato dal Milan nelle ultime versioni: “Dobbiamo pensare alla vittoria. Per farlo bisogna segnare, non farsi aiutare. Non sono solo i difensori a non segnare, lavorano tutti bene; un gol. Dobbiamo essere tutti più precisi”. Il Milan, però, nel 2022 ha subito appena 7 gol:Dovrebbe essere un fatto decisivo, ma solo se accompagnato da una più efficace fase di attuazione».. Sul Genova di Blessin: “Quando ci prepariamo alle partite studiamo molto i nostri avversari. Nell’ultima partita il Genoa ha ricevuto un duro colpo nella sconfitta ma non nella prestazione: gioca un calcio semplice ed efficace. Quindi abbiamo preparato le situazioni per avere dei vantaggi. So che si parla di piano A e piano B. Abbiamo anche tutto per domani per cercare di essere più imprevedibili. Importante l’assenza di Kjaer, Florenzi e Ibrahimovic: stanno affrontando questi momenti. Tuttavia, ho molta fiducia nella mentalità dei miei giocatori”. A proposito di chi gioca meglio tra Napoli e Inter: “Ognuno ha una motivazione molto alta. Secondo me abbiamo giocato bene, quindi a giudicare i risultati come dovrebbero essere. Non ho guardato così attentamente gli altri”. In calo di Brahim Diaz: “Ha giocato tante belle partite anche dopo il Covid. Le mie scelte sono andate anche in altre direzioni, ma Brahim sarà un giocatore importante da qui alla fine”. Finalmente su uno possibile dividere lo scudetto a 84 punti: “Vedere il bicchiere mezzo vuoto per me è molto difficile. Pensiamo solo a domani, ricominceremo a vincere davanti ai nostri tifosi. Alla fine faremo i conti”.

Guarda il video

Milan, tessera Ibra: out per le prossime 3 partite