Sarri-Lazio, top di mercato con Lotito: tutti i nomi e le trattative

Vertice con il presidente e Tare per discutere della squadra in arrivo. L’allenatore chiede una rivoluzione prima di affrontare il soggiorno: dal nuovo portiere a ogni ottima vendita, tutti i nomi

Sarri-Lotitu, avanti lentamente. Dopo i contatti dei giorni scorsi, ieri a Formello è andato in onda il primo incontro tra l’allenatore e il presidente della Lazio da mettere in piedi per la prossima stagione. Un incontro che Lotito aveva annunciato a Sarri il giorno prima, dopo di che si recherà a Formello per accompagnare il sottosegretario all’Educazione Sasso in visita al centro sportivo biancoceleste. L’incontro tra l’allenatore e il boss si fa in due atti, il primo a fine pomeriggio al termine della seduta pomeridiana tenuta dalla squadra e il secondo, più lungo, a cena, nel ristorante del centro sportivo Lazio . A quest’ultimo incontro ha partecipato anche il direttore sportivo Igli Tare.

Il nodo del mercato

Abbiamo parlato principalmente, anche esclusivamente, di mercato. Come impostare il lavoro per la prossima campagna acquisti. Che per la Lazio è particolarmente complesso. Servirà infatti una vera e propria rifondazione. E non solo per dare agli allenatori il miglior adattamento al tipo di calcio di Sarri, ma anche per colmare le lacune nell’organico che si andranno a creare. Molti giocatori (anche sette) hanno infatti rinunciato al contratto. E di questi, per ora, solo uno è stato rinnovato, Marusic (più solo per due anni, fino al 2024). Gli altri sei hanno le valigie pronte ed è improbabile che ritrovino la strada del ritorno. Si tratta dei portieri Strakosha e Reina, dei difensori centrali Luiz Felipe e Patric, dell’ala Radu, del centrocampista Leiva. Il club e Sarri avrebbero volentieri arrestato Luiz Felipe e Patric, ma i due hanno preso strade diverse (la prima andrà al Betis Sevilla, la seconda al Valencia), mentre per gli altri sarà una separazione consensuale (unica eccezione). . potrebbe essere il fedele Radu, pronto a firmare per un altro anno). Tutti questi giocatori dovranno essere sostituiti e non sarà facile trovare sostituti che siano nella situazione. Il presidente e l’allenatore hanno iniziato a parlare di possibili obiettivi stasera.

Nomi caldi

Sembra sia stato raggiunto un primo accordo sul portiere con cui sostituire Strakosha. Sarri aveva suggerito il nome di Kepa, che il Chelsea è disposto a prestare ma ha uno stipendio proibitivo. Il club spinge per lo spagnolo Sergio Rico (ora in prestito al Maiorca, il cartellino è del PSG). Il nome di Rico è apprezzato anche dall’allenatore, quindi ci sono buone possibilità che sia lui il prossimo portiere biancoceleste. E il suo vice potrebbe essere Provedel, fuori La Spezia. Per gli altri ruoli da interpretare, invece, al momento ci sono solo idee. Qualcuno un po’ più concreto, ma ancora tutto da realizzare. Come quello su Romagnoli. Per il centrosinistra, causa scadenza con il Milan, sono in corso trattative, ma l’accordo non è facile da raggiungere. Quanto a Casale, è stato perseguitato (con poca convinzione) a gennaio e ora sarà nuovamente negoziato con il Verona. Anche per il terzino sinistro (Sarri spinge per Emerson, il club preferisce il Paris) e per il centrocampista (i nomi indicati dal tecnico sono Vitinha e Maxime Lopez) c’è ancora tanto da fare.

Futuro da scrivere

E questa rete di ottime vendite quasi sicuramente si realizzerà (Milinkovic il principale candidato): un altro posto vacante che poi va chiuso (il belga De Ketelaere, a cui piace anche il Milan, è il sogno). Altri, dunque, seguiranno l’apice di ieri prima di parlare di rinnovo del contratto bus (l’attuale convenzione scade nel 2023, anche se c’è una clausola risolutiva valida all’estero che il pullman potrà esercitare a maggio). Prima di affrontare questo problema, è necessario risolvere vari problemi relativi al mercato. E deve chiudere anche un campionato in cui per la Lazio è fondamentale qualificarsi all’Europa League. Vai piano, allora.