Pioli porta +1 sul Napoli

MILANO – U Milano non risponde alle vittorie di Napoli e Inter e si attesta sullo 0-0 contro il Bologna. A San Siru i rossoneri creano tante occasioni, ma non riescono a concretizzarsi portando a casa un solo punto. Con questo risultato Pioli sale a 67 punti, rimanendo in vantaggio a +1 sul Napoli e +4 sull’Inter (con una partita da recuperare) mentre i rossoblù salgono a 34 punti.

Milan-Bologna, cronaca e statistiche

Tante occasioni ma i primi 45′ sono finiti 0-0

La 31° giornata di Serie A si conclude a San Siru con il match tra Milano e Bologna. I rossoneri sono chiamati a rispondere ai successi di Napoli e Inter a difendere il primo posto in classifica mentre i rossoblu vogliono chiudere definitivamente il discorso della salvezza. Pioli scommetti su Giroud come attaccante sostenuto da Leao, Diaz e Messia mentre Bologna, con Emilia De Leo in panchina invece di Mihajlović, scende in campo con la coppia d’attacco formata da Barrow e Arnautovic. Ritmi subito alti a San Siru, con entrambe le squadre che creano ottime occasioni nei primi minuti. Al 4′ prova Kalulù con una testa, poi poco dopo hanno risposto Dijks e Aebischer che si impegna Maignan. Al 13′ c’è Theo Hernandez che ha spaventato Skorupski con un violento tiro da fuori area. Poco dopo si accende Lea che con i suoi tiri ha superato la difesa avversaria, poi al 17′ Kalulu aveva bisogno di un bel pallone dal limite dell’area ma il suo tiro è finito alto. La reazione del Bologna va ancora avanti e trova buone occasioni con Arnautovic, Aebischer e soprattutto con Barrow che al 27′ trova un tiro incredibile dalla distanza su cui Maignan viene battuto da calcio d’angolo. Non c’è un attimo di tregua in questa fase del match e questa volta è il Milan che riparte e crea occasioni. Provano Calabria e Lea poi al 33′ Theo Hernandez ci riprova da fuori con un tiro violento che esce di poco a lato. Al 42′ arriva un ottimo pallone per Giroud che anticipa il Teatro con la testa, ma para Skorupski. Ancora Milan nel finale, sempre Giroud che riceve il cross di Tonali e trova di testa grossa, Skorupski vola e salva il risultato. Si chiude così un primo tempo divertente, giocato a ritmi altissimi. Nonostante te molte occasioni ma il risultato è ancora sullo 0-0.

Il Milan crea ma non si concretizza: finisce senza scopo

Il Milan ha subito attaccato nella ripresa alla ricerca del gol per sbloccare la partita. al 47′ Lea scambiare con Diaz e trova il colpo nella scatola, Skorupski deviare con i piedi. Continuano a spingere i rossoneri con un tiro da fuori Bennacer e ancora Leao che cerca di spezzare la partita con i suoi rimbalzi, ma finisce spesso per perdere palla. Al 61′ dal tabellone è partita una nuova azione Teo-Leaola palla sta arrivando Calabria che prova la diagonale e tocca la porta di qualche centimetro. Al 68′ buona occasione per il Milan con Leao al servizio Rebic solo nella zona che però si spara e si spara in alto. Al 69′ u applausi di San Ciro accogliendo l’ingresso dell’accampamento di Ibrahimovic (che prende iil luogo di Giroud) seguito da fischia per l’ingresso di Kessié (prendendo il posto di Bennacer). Al 79′ incontro combattuto tra Ibrahimovic e Media nella zona con una testa violenta che provoca sia una cospicua perdita di sangue. Peccato per il difensore cileno, costretto a cambiare. All’83’ ci prova Firenze (che ha preso il posto di Calabria) da lontano, Skorupski salva senza problemi. 86′ rigori Tonali che serve molto bene Tomori che da un’ottima posizione, però, le tocca il mal di testa. Assalto nel finale del Milan che ci prova tutto lanciandosi in avanti. Una prova da 91′ Ibrahimovic che nonostante l’infortunio sente una testa che finisce proprio fuori. Al 94′ dall’angolo arriva l’ottimo colpo di testa Rebic, la grande reazione di Skorupski che è sempre provvidenziale per salvare il risultato. Triplo fischio dell’arbitro e il gioco è finito senza rete: Napoli e Inter sono vicine al vertice.