Lecce bloccata dal Parma, la Reggina batte il Cosenza. Monza è prima

Nel 31a giornata di Serie B. l Lecce pareggio 0-0 sul campo di Parma e non c’è possibilità di piazzarsi in cima alla classifica. Approfitta della fase a squadre di Baroni Monzache batte 1-0 Crotone nella ripresa ed è risalito in vetta con 57 punti, uno in più rispetto a Salento e Cremonese, impegnate domenica sul campo della Spal. Vince anche lui Regginache nel derby calabrese del Granillo batte il Cosenza. Infine, il tiro di sicurezza del Terni che batte 3-0 uAlessandria e ha accumulato 16 punti dal quarto posto presieduto dai Greys.

Serie B, u classifica

Serie B, risultati e partite

Il Lecce batte il Turcu: 0-0 con il Parma

Gli attacchi del leccese reagiscono Turcogiovane e promettente portiere sloveno che sostituisce Buffonee pareggia 0-0 con Parma: al 14′ è Benedizioni diventare pericoloso ingaggiando Plizzari, ad es al 26′ i gialloblù sono furiosi per un rigore non subito tenuta dal Barreca in Tutino: L’arbitro deve licenziare un membro dello staff emiliano per protesta. Sul finire del primo tempo, altra occasione per Emiliani: Vazquez perde di pochi passi. Nella ripresa l’ex trequartista di Siviglia e Palermo è ancora vicino al gol, ma Plizzari è bravo a sfondare la porta. Un ottimo turco, invece, salva il Parma all’85’, parando miracolosamente una doppietta su Strefezza. Protagonista è il giovane sloveno 2003 che, un minuto dopo, rimuove da sette il pallone calciato da Di Mariano e permette alla sua squadra di mantenere il pareggio. Un punto che non basta al Lecce per conquistare il primo posto nella classicità: i Salenti sono ora secondi alla parità della Cremonese mentre il Parma, ora con Iachini in tribuna per squalifica e ancora senza. Buffone infortunato, salendo a 39 punti, centrando il settimo risultato utile consecutivo.

Parma-Lecce 0-0, cronaca e statistiche

Folorunsho trascina la Reggina nel derby: 1-0 al Cosenza

u Reggina battere 1-0 su Cosenza nel derby calabrese di Granillo: sono però i rossoblù i primi a rendersi pericolosi, con il vecchio Liotti che calcia la traversa su punizione al 10′. Il match si è sbloccato al 34′ quando Folorunsho è sbarcato in zona da Venturi e l’arbitro ha assegnato il rigore all’amaranto: sono stati l’ex Napoli e lo stesso Pordenone a presentarsi dal punto e sopra Matosevic con un tiro di sinistro. Al 43′ Cortinovis serve tra le linee Riva che batte sempre il portiere in diagonale: il Var becca l’Honduras in fuorigioco. Nella ripresa Stellone abbassa il baricentro insieme a Bianchi per Cortinovis e Stavropoulos per Giraudo, Reggina che difende con ordine e guida la partita, tremando solo in occasione del match. traversa colpita da Larrivey al 77′ e 90′ ​​quando l’arbitro prima ha assegnato un rigore al Cosenza e poi grazie al Var ha rettificato la decisione: l’amaranto sale così a 43 punti in classifica all’undicesimo posto, mentre la squadra di Bisoli si attesta diciassettesima con 24.

Reggina-Cosenza 1-0, bilancio e statistiche

Monza al primo posto: il vecchio Barberis condanna Crotone al 95′

Monza e Crotone tornano in Brianza dopo 21 anni, con la squadra di Stroppa che vince al 95′ e vince 1-0: subito pericolosi gli ospiti che colpiscono il palo esterno con Gytkjaer al 1′, e rientra con Machin che al 30′ impegna Festa da lontano. Nella ripresa inserita l’allenatore della Brianza Mancusù a dare più peso all’attacco: al 72′ Gytkjaer appena davanti al portiere tolto da centrale, e due minuti dopo Valoti segna su una forbice ma l’arbitro annulla per fallo dell’ex centrocampista della Spal. Al quinto minuto di recupero, invece, Barberi Esplode Brianteo: è il 95′ infatti quando il centrocampista dello Stroppa batte di destro Festa, segna il classico gol del primo e trascina la sua squadra al primo posto unico in classifica.

Monza-Crotone 1-0, cronaca e statistiche

Decidono Ternana, Celli, Mazzocchi e Martella: 3-0 ad Alessandria

Un grande gol di Cellule apre il resoconto della partita vinta 3-0 da Terni controAlessandria: al 10′ formidabile sinistro dell’Umbria numero 3 che da 20 metri incrocia Cerofolini all’incrocio dei pali. Nella ripresa l’Alessandria ha provato a rimettersi in gioco, ma una grande meta Iannarilli, tu doppio firmato da Mazzocchi all’80’ e il terzetto di Martella nella ripresa hanno permesso alla squadra di Lucarelli di portare in casa la partita e di salire a quota 42 in classifica. Altro ko per i piemontesi che, invece, restano quarti a quota 25.

Ternana-Alessandria 3-0, bilancio e statistiche