“La finale di Champions League? Saremo ambiziosi…”

MANDATO A TORINI – “Finora la partita più importante della Champions”: Massimiliano Felice non si nasconde alla vigilia del match di domani sera contro il Villarreal. In palio ci sono i quarti di finale di Champions League e il tecnico del Livorno ha chiesto una partita perfetta per passare.

Allegri, come sta la squadra? E cosa accadrà domani sera?
Ho le idee chiare, spero di indovinare le scelte. Siamo in un momento cruciale della stagione perché a marzo si decidono campionato, Champions e Coppa Italia. Vogliamo salire sul palco nelle migliori condizioni, ma ora dobbiamo concentrarci sulla partita di domani, non su quella di domenica contro la Salernitana.

Guarda il video

Allegri: “Villarreal? Ho le idee chiare”

Questa squadra ha le qualità per andare alla finale di Champions League?
Non so se abbiamo le qualità per avere successo. Ma dobbiamo avere l’ambizione di arrivare in finale. Così è alla Juventus. Se siamo bravi e fortunati negli episodi e gli altri sono meno bravi di noi, possiamo farcela. Non devi lasciare una competizione con rimpianti. Domani sera è una finale secca che giochiamo in casa perché i gol in trasferta non valgono più il doppio. Deve essere vinto. Punto.

Dybala in gruppo con Vlahovic

Guarda il video

Dybala in gruppo con Vlahovic

Tornano Chiellini, Dybala e Bernardeschi. Come stanno gli altri?
Chiellini, Dybala e Bernardeschi sono recuperi fondamentali perché i cambi sono fondamentali soprattutto se si va oltre gli anni ’90. Bonucci è fuori: ha giocato nell’Empoli e il Villarreal si è messo a disposizione, ma ora ha un problema al polpaccio che non riesce a risolvere e deve fermarsi. Ad Alex Sandro sembrava che il suo polpaccio fosse strano e il sole noioso, quindi ho preferito non rischiare. Zakaria spera di tornare giovedì, altrimenti dopo la pausa. Nel frattempo, abbiamo in programma di vincere queste due gare prima della pausa.

Tornano Juve, Chiellini e Dybala: Allegri si prepara ad attaccare il Villarreal

Dai un’occhiata alla galleria

Tornano Juve, Chiellini e Dybala: Allegri si prepara ad attaccare il Villarreal

La linea ora è stata decisa…
Non ho detto quale gioco. Nemmeno un attacco. Infatti gioca Vlahovic, poi si vede… Morata sta attraversando un buon periodo di forma, ma conosciamo le sue qualità. All’inizio non ha fatto male: è solo che con un centro d’attacco con un ruolo accanto a lui mette in più i suoi lineamenti.

Allegri: "Vlahovic sarà il proprietario"

Guarda il video

Allegri: “Vlahovic titolare”

Vuoi cancellare gli infortuni o un inizio di stagione difficile?
Se non avessimo avuto i primi tre mesi difficili della stagione, non saremmo a questo punto. Siamo diventati un gruppo granitico e una squadra compatta grazie al lavoro dei ragazzi. La cosa pericolosa è che non abbiamo fatto niente, abbiamo solo pensato… facciamo un passo avanti. Perdere l’equilibrio può farti male: niente sbalzi d’umore e piedi ben piantati nel terreno. Manteniamo l’equilibrio che abbiamo e miglioriamo le prestazioni. L’obiettivo era di far giocare tutto a marzo ed eccoci qui. Ora vediamo cosa raccoglieremo: è eccitante, adrenalinico e divertente. Contro il Villarreal mi aspetto una partita difficile, complicata e ci sarà anche la difesa. I fan daranno una mano.

Allegri: "Alessio Sandro?  Preferisci non correre rischi"

Guarda il video

Allegri: “Alex Sandro? Non rischi”

Quanto è vicina alla Juventus adesso rispetto alla Juventus che immaginavi a inizio stagione?
Sono arrivato dopo due anni di arresto, con tanti giocatori che non conosco. Ci sbagliavamo tutti, ma ora siamo cresciuti e siamo a marzo, quando conta, a lottare su tutti i fronti. Deve essere diverso da quello che eravamo da settembre a febbraio.

Cosa ti preoccupa del Villarreal domani sera?
Facciamo una squadra esperta che ha un buon allenatore. Il Villarreal concede poco o niente. All’andata, quando sembravano fuori dal gioco, abbiamo commesso un errore e abbiamo subito un gol evitabile. Sarà necessario concedere il meno possibile giocando una partita leale e seria, lontano dalle eliminazioni di Champions League.

Che errore devo fare per quanto riguarda la prima sfida?
Dobbiamo giocare con l’unico scopo di passare il turno.

Emery ha detto che nella prima fase pensavi di aver già vinto dopo il fulmine.
In Spagna la squadra ha rischiato poco, tranne un posto che ha vinto 1-0. Nel primo tempo abbiamo avuto altre occasioni che non abbiamo sfruttato. Quando il gioco sembrava sotto controllo, abbiamo fatto una disattenzione difensiva, ma avremmo comunque dovuto giocare il turno successivo.

È la partita più delicata della tua seconda avventura bianconera?
Marzo è tempo di divertimento. Da settembre a febbraio, devi gettare le basi per vincere. A marzo iniziamo a riassumere: il ballo si fa sempre più piccolo e pesante. È straordinario per i giocatori giocare partite come quella di domani sera in Champions League, lottare per il quarto posto in campionato, arrivare in finale di Coppa Italia. Devi solo essere più discriminante con l’aiuto che offri verso le altre persone. Contro il Villarreal sarà infatti una partita asciutta e dobbiamo interpretarla nel migliore dei modi, avendo un grande rispetto per i nostri avversari. La presunzione non porta nulla.

Che vista è il toro alla Continassa

Guarda il video

Che vista è il toro alla Continassa

In vista dell’andata, in quale posizione pensi che Morata possa fare meglio?
Morata è un attaccante e deve segnare. Abitare con il vicino Vlahovic è pericoloso. È in un buon momento, ma Kean sta ancora bene. Quindi per passare il turno ci vuole un po’ di fortuna, gli episodi dalla nostra parte, insomma un po’ di tutto.

È la partita più importante della stagione?
È la cosa più importante in Champions perché se vinciamo si va avanti. Abbiamo condiviso i concorsi. È la cosa più importante in Champions League se vogliamo avanzare.

Gioia Juventus, Chiellini è qui

Guarda il video

Gioia Juventus, Chiellini è qui

Cosa hai paura degli spagnoli?
Il Villarreal ha vinto l’ultima Europa League ed Emery ha vinto diversi titoli di Europa League. Legge bene le partite e la sua squadra lavora molto bene.

Il PSG ha dominato il Real Madrid al ritorno, ma ha lasciato la Champions League ed è stato successivamente soffocato dai suoi fan. Fa paura anche per la Juventus?
Prima di tutto, devi fare un bello spettacolo. Indipendentemente dal risultato, il pubblico applauderà la squadra. Il match Real-Psg mette in chiaro che ci sono imprevisti e le gare possono sfuggire di mano. Nel calcio devi controllare gli imprevisti, avere la serenità e la capacità di reagire a ciò che ti sta accadendo.

Juve, puoi sorridere: ecco Dybala e Chiellini nel gruppo

Guarda il video

Juve, puoi sorridere: ecco Dybala e Chiellini nel gruppo