“Gallo gesto dopo Bodo-Roma. Panchina eccessiva? Una bugia”

ROMA – La vigilia della Conferenza di Lega, domani sera La Roma alle Olimpiadi sfida Bodo per il ritorno dei quarti di finale della competizione europea, prova a mandare il risultato e vola in semifinale. Questo pomeriggio Mourinho è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita.

La partita?
“Spinazzola non è ancora in grado di iniziare una partita, ma siamo tutti. Il Bodø ha qualità, iniziano 2-1 ma non è una novità. Domenica abbiamo perso 1-0 contro la Salernitana, abbiamo 90′ per vincere. Sarà difficile, ma siamo preparati e molto fiduciosi nel mio”.

Troppa tensione per questo gioco?
“Non vedevo i miei giocatori tesi. La prima sconfitta è stata storica per il club, ma abbiamo avuto un comportamento esemplare in tal senso, abbiamo avuto un fair play. Di solito una persona reagisce negativamente mentre noi reagiamo con onore nonostante ne abbiamo giocate altre due partite con loro, non ci sono state difficoltà e quello che è successo giovedì scorso è fuori contesto. La partita e la fine del match sono state normali, dopo 45 minuti tutto era normale, c’è stato solo un episodio brutto ma isolato. Vogliamo la semi- finale come loro, aspettiamo una grande partita con il vantaggio di avere il nostro stadio, con la nostra gente che può fare la differenza. Vogliamo giocare a calcio come abbiamo fatto nelle altre partite e in quella che abbiamo perso 6-1 abbiamo ha avuto un comportamento esemplare. Sono convinto che siamo i migliori”.

Guarda il video

Roma, il video della lotta tra Knutsen e Nuno Santos dopo Bodo-Roma

Come vede la duplice funzione della banca, dal punto di vista tecnico e comportamentale?
“La panchina come soluzione è molto importante, al momento penso il contrario di quello che penso nei momenti di difficoltà. In quei momenti le soluzioni sono poche, mentre ora ci sono 4-5 giocatori che hanno giocato da principianti e senza quello qualità, senza quella panchina non avremmo vinto quella partita con la Salernitana perché ci voleva freschezza. Domani ci sono 5-6 cambi da fare, se arriviamo a 6 cambi perché alcuni giocatori giocano 120′. Real Madrid-Chelsea si è stata una partita fantastica, ieri la banca ha fatto la differenza. Dico una bugia che si ripete sempre, a volte la gente può pensare che sia una verità, ma sarà sempre una bugia. Penso di averti risposto”.

Come ti prepari per una partita in cui devi riunirti?
“La differenza è minima, non c’è bisogno di fare un cambio drammatico nel gioco. Si parte con il 2-1 per loro, bisogna segnare un gol per pareggiare l’eliminazione, non c’è bisogno di fare cambiamenti traumatici anche perché noi no non abbiamo avuto il tempo di preparare qualcosa di diverso. Con la Salernitana siamo partiti a 3, dopo siamo passati a 4 non abbiamo avuto sorprese tattiche da presentare. Con la Salernitana ho detto ai miei genitori di stare sereni nonostante lo 0- 1, ora abbiamo 90′ per giocare e dobbiamo essere sereni ma andare veloci. Siamo allenati ai rigori? Sì, se mi dicono che voglio andare ai rigori dico no. Vogliamo vincere in 90′, ma dobbiamo rispettarli”.

Come sta Mancini? Che effetto fa vedere tutte queste persone allo stadio?
“Sta arrivando Mancini. Devo vedere tutta la gente per strada, sono impressionato. La passione della gente per il suo club è importante, non sono nato a Milano, a Roma, a Madrid, ma quando ti alleni in questi posti si viene allo stadio per passione, è più facile esserlo se la tua squadra vince i titoli, la passione dei tifosi romanisti è pura, peccato che non siano in campo per rispondere a questa passione pura. “

Cosa ne pensi della squalifica di Nuno Santos?
“Non credo, pensa la UEFA. Non ho deciso, ha deciso la UEFA”.

Si sarebbe potuto fare qualcos’altro?
“Sicuro.”

L’Independent ha pubblicato un video di quello che è successo giovedì scorso?
“Non abbiamo alcuna considerazione su questo.”

In attesa di Bodø, la Roma gioca a palla...

Guarda il video

In attesa di Bodø, la Roma gioca a palla…

Maglia Abraham: scopri l’offerta