Europa League, Atalanta ai quarti: Boga decide a Leverkusen

LEVERKUSEN (GERMANIA) – Atalanta strappato il biglietto per i quarti di finale di Europa League. Gli uomini dicono Gasperini, dopo 3-2 all’andata, ha battuto ancora più lontano il Bayer Leverkusen, grazie a un gol segnato da Boga a metà del secondo tempo. I nerazzurri hanno sofferto l’iniziativa tedesca nella ripresa, sembravano capitolare, ma alla fine hanno trovato il salto decisivo, che vale la qualificazione.

Bayer Leverkusen-Atalanta, report e statistiche della partita

Nel primo tempo prevale l’equilibrio

Primo tempo equilibrato, senza troppi squilli. Gli ospiti sono partiti forte e in otto minuti vicino al gol con Diabyche da una posizione ravvicinata non riesce a sorprendere Dovere. Al decimo primo problema per Gasperini, costrizione Toloi si è dimesso a causa di un infortunio: entra al suo posto Djimsiti. Ritmi alti e rivolte continuano nella prima mezz’ora, con Bayer che cerca di tenere la palla in gioco senza preoccuparsi della difesa avversaria. L’Atalanta si difende con l’ordine e prova un paio di uscite: prima lo è Zappacosta mettere in area un pallone invitante (arrestato dai difensori avversari), allora è così Malinovsky a cercare fortuna con un tiro dal limite dell’area, bloccato dal portiere Hradecky. al 34′ grande opportunità per Muriel: l’attaccante, servito da Koopmeiners, supera Tah ed entra in area di rigore, ma scivola troppo sulla sinistra e la sua conclusione viene respinta da calcio d’angolo dal recupero di Fosu-Mensah. I nerazzurri conquistano il campo e prima dell’intervallo perdono due invitanti tiri francesi dal limite (innocui tentativi di Muriel e Malinovsky) e si rendono pericolosi con una stretta di testa di Demiral, che gira un angolo di Malinovsky sulla traversa.

Europa League, il calendario

Boga, un’impresa decisiva

Ad inizio ripresa subito un’emozione per il Gli uomini di Gasperini: al terzo minuto Dyabi vola a Musso e davanti al portiere dell’Atalantino tira a colpo sicuro: il numero uno argentino salva con i piedi. Passano tre minuti e Aranguiz (servito da Palacios), è libero al centro dell’area, ma la sua estremità vicina termina sopra la traversa. Bayer spinge, ma lascia spazio alla ripartenza nerazzurra: al 14′ Muriel crea caos nell’area avversaria e il suo tiro incrociato viene deviato da un calcio d’angolo di Tah. Il tecnico tedesco Seoane sta cercando di dare una spinta offensiva importante alla sua squadra, inserisce Bellarabi, Azmoun e Andrich. Gasperini risponde con Boga invece di Malinovsky. Gli ospiti continuano a spingere e al 20′ si rendono pericolosi con Bakke, che calcia fuori rete da posizione defilata sullo sviluppo di un corner. I nerazzurri non riescono a sottrarsi alla presa tedesca e un minuto dopo Dyabi si libera in area e lascia un tiro rotondo che viene deviato in angolo da Demiral. La spinta di Bayer si fa ancora più intensa e al 24′ Andrich preoccupa Musso con un tiro potente ma centrale. L’Atalanta ha cercato di pareggiare mandando un lancio lungo verso gli attaccanti centrali, ma la difesa degli ospiti ha avuto la meglio su questo stile di gioco piuttosto diretto. Questa è l’ultima azione del colombiano, che a undici minuti dalla fine esce dal campo, sostituito da Pessina; Gasperini ricorda anche Zappacosta e inserisce Pezzella. Nel finale forza di Bayer: Dyabi viene firmato da Demiral, che salva la difesa con un super intervento. Sul capovolgimento davanti L’obiettivo dell’Atalanta è raggiunto: Boga è lui il protagonista di una discesa straordinaria, che si conclude con un colpo inarrestabile per Hradecky. È stato il gol decisivo, che ha aperto le porte ai quarti di finale di Europa League per i nerazzurri.

Dai un’occhiata alla galleria

Boga allunga Bayer: l’Atalanta ai quarti di finale di Europa League