con Bologna e Torino si gioca

Date di recupero

Nelle scorse settimane la Lega di Serie A aveva già comunicato le date del recupero delle partite sospese di gennaio: mercoledì 20 aprile si giocherà Udinese-Salernitana, scenderanno in campo Fiorentina-Udinese, Salernitana-Venezia e Bologna-Inter in campo il 27 aprile. . L’11 maggio, infine, si giocherà Atalanta-Torino, data che potrebbe subire variazioni in caso di impegno dei bergamaschi in Europa League. Tutti gli orari delle partite devono ancora essere definiti.

La nota su Bologna-Inter

Il Collegio di Garanzia ” ha respinto il ricorso proposto con RG n. 16/2022, proposto in data 21 marzo 2022 da FC Internazionale Milano SpA contro la FIGC e Bologna Football Club 1909 SpA, e la Lega Nazionale Professionisti Serie A per l’annullamento e/ o riforma della sentenza della Corte Nazionale di Appello dello Sport della FIGC, Sezioni Unite, n.172/CSA/2021-2022, pubblicata il 23 febbraio 2022, che pretesa respinta n. 155/CSA/2021-2022, proposto dall’Inter in data 30 gennaio 2022, avverso la decisione del Giudice Sportivo Nazionale, pubblicata con CU n. 147 del 21 gennaio 2022 in materia di offerta Bologna-Inter del 6 gennaio 2022, con cui le sanzioni previste dall’art. 53 NOIF per l’assenza di contestazioni nella stessa gara, sottoponendo alla Lega Nazionale Professionisti Serie A le necessarie misure organizzative relative alla contestazione di quest’ultima; ha anche disposto il completo risarcimento delle spese processuali”.

Da segnalare la sua Udinese-Atalanta

Il Collegio di Garanzia “respinto il ricorso registrato nei ricorsi RG ​​n. 17/2022, depositato in data 23 marzo 2022 dall’Udinese Calcio SpA nei confronti della Federcalcio italiana (FIGC), nonché nei confronti della Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNPA) Calcio SpA, con notifica alla Procura Generale dello Sport del CONI, per l’annullamento della decisione del Tribunale Nazionale dello Sport della FIGC, Sezioni Unite, adottata con CU n.171 del 23 febbraio 2022, confermando la decisione del Giudice Nazionale dello Sport della Lega Nazionale Professionisti Serie A, adottato con CU n.154 del 25 gennaio 2022, è anche oggetto del presente ricorso, che ha respinto il ricorso presentato dalla società candidata avverso il beneficio dell’omologazione del risultato di gara. Udinese – Atalanta, giocata il 9 gennaio 2022 e termina con un punteggio di 2-6; ha anche disposto il completo risarcimento delle spese processuali”.

La nota su Atalanta-Torino

Il Collegio di Garanzia ” ha respinto il ricorso registrato in RG n. 18/2022, depositato in data 25 marzo 2022, dall’Atalanta Bergamasca Calcio SpA nei confronti della Federcalcio italiana (FIGC), nonché contro la Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNPA) e il Torino Società FCSpA, con notifica alla Procura Generale dello Sport presso il CONI, per l’annullamento della decisione del Tribunale Nazionale dello Sport della FIGC, Sezione Unita, adottata con CU n.178 del 25 febbraio 2022, con cui il ricorso depositata oggi dalla ricorrente avverso la decisione del Giudice Sportivo Nazionale della Lega Nazionale Professionisti Serie A, adottata con CU n.157 del 31 gennaio 2022, che aveva accolto il ricorso del Torino FCSpA e, di conseguenza, deliberato di non applicare le sanzioni previste dall’art.53 NOIF per la non contestazione dell’offerta Atalanta – Torino il 6 gennaio 2022, rimettendo alla Lega Serie A le misure organizzative necessarie per la contestazione del predetto gioco; ha anche disposto il pieno risarcimento delle spese del processo”.

Nota sui medici della Lazio: confermata l’inibizione

Il Collegio di Garanzia “Respinto il ricorso registrato nei ricorsi RG ​​n. 124/2021, depositato congiuntamente, in data 29 novembre 2021, dai dottori Ivo Pulcini e Fabio Rodia contro la Procura Federale FIGC per la riforma della sentenza n. 030/CFA/2021- 2022, emesso dalle Sezioni Unite della Corte d’Appello Federale della FIGC in data 19/29 ottobre 2021, comunicato in data 29 ottobre 2021, con il quale, decidendo quale giudice del rinvio, ai sensi dell’art.62, comma 2, CGS del CONI, dopo la parziale accoglimento con rinvio del ricorso dei predetti candidati avverso la sentenza della Corte Federale di Appello della FIGC n.Delibera N° 84/2021 del 7 settembre – 29 settembre 2021, il Tribunale, definitivamente, ha hanno detto il dott. Ivo Pulcini e il dott. Fabio Rodia incaricato oneri di cui ai capi (b), (c), (e), (f) dell’ordinanza di rinvio, inibizione per 5 mesi; ha anche disposto il completo risarcimento delle spese processuali”.